CardiologiaOnline.net

Cardiologia

I primi casi di ablazione del setto con alcol ( ASA, alcohol septal ablation; ablazione alcolica ) per la cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva sono stati pubblicati due decenni fa. Anche se sono st ...


La malattia cardiaca è uno dei principali effetti collaterali della terapia antitumorale infantile, ma fino ad ora poco è noto circa il rapporto tra la dose di radiazioni al cuore ( HRD; heart radiati ...


L’obiettivo di uno studio è stato quello di caratterizzare il decorso della gravidanza e gli esiti nelle donne con displasia aritmogena del ventricolo destro / cardiomiopatia ( ARVD/C ). Da un regis ...


Rispetto agli stent metallici medicati, gli scaffold vascolari riassorbibili ( BVS ) offrono la possibilità di migliorare gli esiti a lungo termine dopo un intervento coronarico percutaneo ( PCI ). ...


Nell'era terapeutica attuale, il rischio di morte cardiaca improvvisa dopo sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento del segmento ST ( NSTE ACS ) non è stato caratterizzato completamente. ...


Le lineeguida raccomandano un intervento chirurgico di bypass aorto-coronarico ( CABG ) rispetto all’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) per la malattia multivasale e grave disfunzione sistolica ...


La prevenzione e il trattamento di successo della malattia coronarica e dell’ictus ha portato a un notevole aumento della longevità, con conseguente crescita della popolazione di anziani a rischio di ...


Nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ), gli stent medicati riducono le rivascolarizzazioni ripetute rispetto agli stent di metallo nudo, ma i loro effetti su mortalità e in ...


La sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ) con la valvola SAPIEN 3 ha dimostrato buoni risultati clinici a 30 giorni nei pazienti con grave stenosi aortica che sono a rischio interme ...


L’uso off-label di protesi valvolari aortiche e polmonari per via transcatetere per l'impianto valve-in-valve in posizione tricuspidalica ( TVIV ) dentro le bioprotesi chirurgiche degenerate della val ...


Una ben sviluppata circolazione collaterale coronarica fornisce una potenziale fonte di afflusso di sangue nella malattia coronarica. Tuttavia, l'importanza prognostica e la rilevanza funzionale delle ...


L'obesità è un fattore di rischio per l'insufficienza cardiaca, ma è associata a più bassi livelli di frammento N-terminale del pro-peptide natriuretico cerebrale ( NT-proBNP ). Non è chiaro se il v ...


Gli stent coronarici bioassorbibili potrebbero migliorare gli esiti dei pazienti trattati con intervento coronarico percutaneo ( PCI ). Lo scaffold vascolare bioassorbibile a rilascio di Everolimus ...


L’aortopatia genetica è alla base degli aneurismi dell'aorta toracica ( TAA ) nei giovani adulti. La sopravvivenza comparativa e i predittori di esito negli aneurismi dell'aorta toracica non-sindrom ...


La sicurezza e l’efficacia a lungo termine degli stent a eluizione di Everolimus ( EES ) rispetto agli stent a rilascio di Sirolimus ( SES ) non sono note. Sono stati confrontati i risultati a 5 ann ...


Gli agenti spazzini dei radicali liberi non sono riusciti a migliorare i risultati dei pazienti, promuovendo il concetto che uno stress ossidativo clinicamente importante può essere mediato da meccani ...


L’ipotermia terapeutica attenua il danno da riperfusione nei sopravvissuti ad arresto cardiaco in stato comatoso. L'utilità della ipotermia terapeutica nei pazienti con ritmi iniziali non-defibrilla ...


La cardiomiopatia ipertrofica è la più comune malattia cardiovascolare genetica causata da mutazioni multiple di geni sarcomerici cardiaci. Il gradiente a riposo e inducibile con lo sforzo nel tratt ...


Nei pazienti con malattia coronarica che ricevono stent coronarici metallici a rilascio di farmaco, gli eventi avversi come il fallimento tardivo della lesione target possono essere correlati in parte ...


I pazienti con tetralogia di Fallot riparata chirurgicamente ( rTOF ) possono sviluppare rigurgito tricuspidale funzionale a causa della dilatazione dell’annulus. Le linee guida suggeriscono la sost ...


Le conseguenze dell’intervento chirurgico nei pazienti in cui erano stati impiantati stent coronarici non sono ben definite, così come l’impatto dei differenti tipi di stent in relazione al tempo inte ...


Non è chiaro se il precondizionamento ischemico remoto ( ischemia transitoria e riperfusione dell’arto ) sia in grado di migliorare gli esiti clinici nei pazienti sottoposti a bypass coronarico ( CABG ...


L’ictus complica spesso l’endocardite infettiva. Tuttavia, la relazione temporale tra queste malattie è incerta. È stato condotto uno studio retrospettivo su pazienti adulti ospedalizzati per endoca ...


Studi sulla sostituzione transcatetere della valvola polmonare con la valvola Melody hanno dimostrato buoni risultati a breve termine, ma non sono stati pubblicati dati di follow-up a lungo termine. ...


Tre tipi di cardiotossicità indotta dalle antracicline sono attualmente riconosciuti: acuto, cronico a esordio precoce e cronico a insorgenza tardiva. Tuttavia, sono carenti i dati che supportano qu ...


L’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) con stent a rilascio di farmaco è lo standard di cura per il trattamento delle stenosi coronariche native, ma le strategie ottimali di trattamento per la ris ...


La pericardite è la forma più comune di malattia pericardica e una causa relativamente comune di dolore toracico. L'obiettivo di uno studio è stato quello di analizzare le evidenze pubblicate su cau ...


Nei pazienti con infarto STEMI ( infarto miocardico con soprasvlivellamento ST ) che giungono tardivamente dopo la comparsa dei sintomi al Dipartimento di Emergenza, la tromboaspirazione di routine pr ...


E’ stata determinata l’incidenza, i predittori, le caratteristiche cliniche, la gestione e gli esiti della endocardite infettiva dopo impianto transcatetere della valvola aortica ( TAVI ). Un regis ...


Studi randomizzati e studi osservazionali hanno dimostrato che la morbilità e la mortalità perioperatoria sono inferiori con la riparazione endovascolare dell’aneurisma dell'aorta addominale che con l ...


Nonostante recenti studi, la durata ottimale della doppia terapia antiaggregante ( DAPT ) dopo impianto di stent a rilascio di farmaco coronarico rimane incerta. È stata effettuata una meta-analisi ...


Lo studio PARTNER ( Placement of Aortic Transcatheter Valves ) ha mostrato che la mortalità a 1 anno, 2 anni e 3 anni è più o meno la stessa con la sostituzione transcatetere della valvola aortica ( T ...


La natura e i meccanismi di base di una associazione inversa tra altezza da adulti e rischio di malattia coronarica ( CAD ) non sono ben definiti. È stato utilizzato un approccio genetico per indag ...


La serotonina ( 5-HT ) periferica è stata coinvolta nel rimodellamento cardiaco avverso e nella fibrosi valvolare. I livelli periferici di serotonina dipendono principalmente dal suo rilascio da pia ...


È stata valutata una possibile associazione tra substrato miocardico, shock da defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) e successiva mortalità. All'interno della popolazione dello studio MA ...


Studi clinici hanno dimostrato che la seconda generazione di stent in Cobalto-Cromo a rilascio di Everolimus ( CoCr-EES ) è superiore alla prima generazione di stent a rilascio di Paclitaxel ( PES ) e ...


Dati preliminari suggeriscono che l'acido urico potrebbe essere coinvolto nella prognosi della insufficienza cardiaca cronica. Uno studio ha verificato la relazione tra l'acido urico sierico e la ...


La Metformina ( Glucophage, MetBay ) riduce il rischio cardiovascolare nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 apparentemente indipendenti da abbassamenti della concentrazione di glucosio nel sangu ...


Morbilità e mortalità correlate a endocardite infettiva possono manifestarsi anche dopo il successo del trattamento. Tuttavia, nessuno studio precedente ha esaminato gli endpoint a lungo termine ( a ...


Ezetimibe ( Ezetrol, Zetia ) riduce i livelli plasmatici di colesterolo LDL inibendo l'attività della proteina Niemann-Pick C1-like 1 ( NPC1L1 ). Tuttavia, non è noto se tale inibizione possa ridurre ...


È stato studiato l'effetto modificante della doppia terapia antiaggregante ( DAPT ) sulla incidenza della trombosi dello stent a 3 anni nei pazienti randomizzati a E-ZES ( stent Endeavor a rilascio di ...


Si è ipotizzato che nei pazienti con malattia coronarica stabile e stenosi, l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ) effettuato sulla base della riserva di flusso frazionale ( FFR ) possa essere sup ...


La valvuloplastica aortica fetale può essere eseguita per grave stenosi aortica a metà gestazione nel tentativo di prevenire la progressione a sindrome del cuore sinistro ipoplasico ( HLHS ). Un sot ...


La terapia antiaggregante personalizzata dopo il test di funzione piastrinica non ha migliorato l’esito dopo stenting coronarico nello studio ARCTIC ( Assessment by a Double Randomization of a Convent ...


Il calcio nell'arteria coronarica ( CAC ), misurato mediante tomografia computerizzata ( CT ), ha forte valore predittivo per gli eventi incidenti di malattia cardiovascolare. Il punteggio standard ...


Uno studio ha esaminato le caratteristiche e gli esiti dei pazienti con insufficienza cardiaca con frazione di eiezione preservata ( HFpEF ) e angina pectoris. L’angina pectoris è un predittore di eve ...


Uno studio ha esaminato l'uso continuativo del supporto circolatorio meccanico in pazienti con cardiomiopatia indotta da chemioterapia ( CCMP ) e per determinare gli esiti e la sopravvivenza in confro ...


È stato condotto uno studio per determinare l’influenza dei fattori modificabili legati allo stile di vita sul rischio di malattia cardiovascolare dopo trapianto di cellule ematopoietiche. I soprav ...


Sono disponibili dati limitati sulla prognosi a lungo termine o sulla analisi delle cause di morte tra i sopravvissuti di infarto miocardico acuto, a seconda che abbiano sviluppato o meno fibrillazion ...


C'è una relativa scarsità di studi che hanno avuto come obiettivo quello di indagare i meccanismi di sincope tra i pazienti con insufficienza cardiaca con defibrillatori impiantabili cardioverter, ed ...



2000-2014© XAGENA srl - P.IVA: 04454930969 - REA: 1748680 - Tutti i diritti riservati - Disclaimer