Cardiobase
Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

Colchicina nei pazienti con malattia coronarica cronica


Un recente studio ha dimostrato che gli effetti antinfiammatori della Colchicina riducono il rischio di eventi cardiovascolari nei pazienti con infarto miocardico recente, ma l'evidenza di una tale riduzione del rischio nei pazienti con malattia coronarica cronica è limitata.

In uno studio randomizzato, controllato, in doppio cieco, sono stati assegnati i pazienti con malattia coronarica cronica a ricevere 0.5 mg di Colchicina una volta al giorno oppure placebo corrispondente.

L'endpoint primario era un composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico spontaneo non-procedurale, ictus ischemico o rivascolarizzazione coronarica guidata dall'ischemia.
L'endpoint secondario chiave era un composito di morte cardiovascolare, infarto miocardico spontaneo o ictus ischemico.

In totale 5.522 pazienti sono stati sottoposti a randomizzazione; 2.762 sono stati assegnati al gruppo Colchicina e 2.760 al gruppo placebo.
La durata mediana del follow-up è stata di 28.6 mesi.

Un evento dell’endpoint primario si è verificato in 187 pazienti ( 6.8% ) nel gruppo Colchicina e in 264 pazienti ( 9.6% ) nel gruppo placebo ( incidenza, 2.5 vs 3.6 eventi per 100 anni-persona; hazard ratio, HR=0.69; P minore di 0.001 ).

Un evento chiave dell’endpoint secondario si è verificato in 115 pazienti ( 4.2% ) nel gruppo Colchicina e in 157 pazienti ( 5.7% ) nel gruppo placebo ( incidenza, 1.5 vs 2.1 eventi per 100 anni-persona; HR=0.72; P=0.007 ).

Anche i tassi di incidenza di infarto miocardico spontaneo o rivascolarizzazione coronarica guidata da ischemia ( endpoint composito ), morte cardiovascolare o infarto miocardico spontaneo ( endpoint composito ), rivascolarizzazione coronarica guidata dall'ischemia e infarto miocardico spontaneo sono risultati significativamente inferiori con la Colchicina rispetto al placebo.

L'incidenza di morte per cause non-cardiovascolari è stata maggiore nel gruppo Colchicina rispetto al gruppo placebo ( incidenza, 0.7 vs 0.5 eventi per 100 anni-persona; HR=1.51 ).

In uno studio randomizzato che ha coinvolto pazienti con malattia coronarica cronica, il rischio di eventi cardiovascolari è risultato significativamente inferiore tra coloro che hanno ricevuto 0.5 mg di Colchicina una volta al giorno rispetto a quelli che hanno ricevuto placebo. ( Xagena2020 )

Nidorf SM et al, N Engl J Med 2020; 383: 1838-1847

Cardio2020 Farma2020



Indietro