52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Effetti farmacodinamici del passaggio da Ticagrelor a Clopidogrel nei pazienti con malattia coronarica: studio SWAP-4


Il passaggio tra diverse classi di inibitori P2Y12 , inclusa la riduzione progressiva da Ticagrelor ( Brilique ) a Clopidogrel ( Plavix ), si verifica comunemente nella pratica clinica.
Tuttavia, i profili farmacodinamici di questa strategia sono stati scarsamente studiati.

È stato eseguito uno studio prospettico, randomizzato, in aperto condotto su pazienti in terapia di mantenimento con Aspirina [ Acido Acetilsalicilico ] ( 81 mg/die ) e Clopidogrel ( 75 mg/die ).

Dopo un periodo di run-in di 7 giorni con Ticagrelor ( dose di carico di 180 mg, seguita da dose di mantenimento da 90 mg due volte al giorno ), i pazienti ( n=80 ) sono stati randomizzati a uno di 4 gruppi: gruppo A, Clopidogrel 600 mg dose di carico 24 ore dopo l'ultima dose di mantenimento di Ticagrelor ( C-600 mg-24h ); gruppo B, Clopidogrel 600 mg dose di carico 12 ore dopo l'ultima dose di mantenimento di Ticagrelor ( C-600 mg-12h ); gruppo C, Clopidogrel 75 mg/die dose di mantenimento 24 ore dopo l'ultima dose di mantenimento di Ticagrelor ( C-75 mg-24h ); gruppo D, dose di mantenimento di Ticagrelor 90 mg due volte al giorno ( T-90 mg due volte al giorno ).

La dose di mantenimento del trattamento randomizzato è stata mantenuta per 10 giorni.

Le valutazioni farmacodinamiche sono state eseguite al basale, dopo il run-in e a 2, 24, 48 e 72 ore e 10 giorni con unità di reazione P2Y12 secondo VerifyNow.
L'indice di reattività piastrinica è stato valutato mediante fosfoproteina stimolata da vasodilatatore ( VASP ); e l'aggregazione piastrinica massima è stata determinata mediante aggregometria a trasmissione di luce.

Ticagrelor-90 mg due volte al giorno ha portato a una minore reattività piastrinica rispetto a qualsiasi regime di Clopidogrel utilizzando tutti i dosaggi in tutti i momenti temporali.

I livelli di unità di reazione P2Y12 erano simili tra Clopidogrel-600 mg-24h ( gruppo A ) e Clopidogrel-75 mg-24h ( gruppo C ) ( P=0.29 ), includendo la misurazione a 48 ore ( endpoint primario; -6.9, P=0.66 ).

I livelli di unità di reazione P2Y12 erano inferiori con Clopidogrel-600 mg-12h ( gruppo B ) rispetto a Clopidogrel-75 mg-24h ( gruppo C; P=0.024 ).

L'aggregazione massima piastrinica nel tempo è risultata inferiore con Clopidogrel-600 mg-24h ( gruppo A; P=0.041 ) e Clopidogrel-600 mg-12h ( gruppo B; P=0.028 ), rispetto a Clopidogrel-75 mg-24h ( gruppo C ).

Non ci sono state differenze farmacodinamiche per tutti i test tra Clopidogrel-600 mg-24h ( gruppo A ) e Clopidogrel-600 mg-12h ( gruppo B ).
Nel gruppo C ( Clopidogrel-75 mg-24h ), la reattività piastrinica è aumentata rispetto al basale già a 24 ore, raggiungendo significatività statistica a 48 e 72 ore e fino a 10 giorni.

Questi risultati farmacodinamici sono stati ritardati e attenuati in grandezza con la somministrazione di una dose di carico, indipendentemente dai tempi di somministrazione.

In conclusione, la de-escalation dalla terapia con Ticagrelor a quella con Clopidogrel è associata a un aumento della reattività piastrinica.
L'uso di una dose di carico prima dell'inizio di un regime con dose di mantenimento di Clopidogrel attenua queste osservazioni, sebbene ciò non sia influenzato dalla tempistica della somministrazione dopo l'interruzione del Ticagrelor. ( Xagena2018 )

Franchi F et al, Circulation 2018; 137: 2450-2462

Cardio2018 Farma2018


Indietro