Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Efficacia e sicurezza di Ticagrelor nel tempo in pazienti con precedente infarto miocardico nello studio PEGASUS-TIMI 54


Ticagrelor ( Brilique ) riduce il rischio ischemico nei pazienti con precedente infarto miocardico.
Non è chiaro se il rischio ischemico e i benefici della prolungata inibizione P2Y12 in questa popolazione rimangano costanti nel tempo.

È stato studiato il pattern di rischio ischemico nel tempo e si è determinato se l'efficacia e la sicurezza di Ticagrelor fossero simili precocemente e tardivamente dopo la randomizzazione.

Lo studio PEGASUS-TIMI 54 ( Prevention of Cardiovascular Events in Patients with Prior Heart Attack Using Ticagrelor Compared to Placebo on a Background of Aspirin - Thrombolysis In Myocardial Infarction ) ha randomizzato pazienti con precedente infarto miocardico ( mediana 1.7 anni prima ) a Ticagrelor 90 mg, Ticagrelor 60 mg oppure placebo con un trattamento base di Aspirina [ Acido Acetilsalicilico ].

I tassi di morte cardiovascolare, infarto miocardico e ictus, nonché sanguinamento maggiore secondo i criteri TIMI ( Thrombolysis in Myocardial Infarction ) sono stati analizzati in momenti di riferimento annuali ( anno 1, 2 e 3 ).

In totale 21.162 pazienti sono stati randomizzati e seguiti per 33 mesi ( mediana ), con il 28% dei pazienti a 5 anni o più dall’infarto miocardico alla conclusione dello studio.

Il rischio di morte cardiovascolare, infarto miocardico o ictus nel braccio placebo è rimasto pressoché costante nel corso dello studio a un tasso annualizzato di circa il 3%.

Il beneficio di Ticagrelor 60 mg è rimasto costante in ogni successivo momento di riferimento ( hazard ratio a 1 anno HR: 0.82; HR a 2 anni: 0.90; HR a 3 anni: 0.79 ).

Il sanguinamento maggiore secondo TIMI è aumentato con Ticagrelor 60 mg ad ogni momento di riferimento, ma con il rischio maggiore nel primo anno ( HR a 1 anno: 3.22; HR a 2 anni: 2,07; HR a 3 anni: 1.65 ).

In conclusione, i pazienti con una storia di infarto miocardico rimangono ad alto rischio persistente per malattia cardiovascolare, infarto miocardico e ictus fino a 5 anni dopo l’infarto miocardico.
L'efficacia di Ticagrelor a basse dosi è costante nel tempo con una tendenza verso una minore emorragia in eccesso. ( Xagena2017 )

Bonaca MP et al, J Am Coll Cardiol 2017; 70: 1368-1375

Cardio2017 Farma2017


Indietro