Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Esiti a tre anni con lo scaffold bioriassorbibile Absorb


Lo scaffold vascolare bioriassorbibile Absorb ( BVS ) si riassorbe completamente entro 3 anni dopo l'impianto nell'arteria coronaria.
La sicurezza e l'efficacia dello scaffold vascolare bioriassorbibile in questo periodo critico di 3 anni non sono state caratterizzate.

È stata eseguita una metanalisi di dati individuali dei pazienti dei 4 studi randomizzati ABSORB in cui 3.389 pazienti con malattia coronarica sono stati assegnati in modo casuale ad Absorb BVS a rilascio di Everolimus ( n=2.164 ) o a stent in Cromo-Cobalto a eluizione di Everolimus ( n=1225 ).

La misura di esito primario era il fallimento della lesione target ( mortalità cardiaca, infarto del miocardio del vaso target o rivascolarizzazione della lesione target guidata da ischemia ) e la principale misura di esito di sicurezza era la trombosi del dispositivo.

Lo scaffold vascolare bioriassorbibile, rispetto agli stent a eluizione di Everolimus di Cromo-Cobalto, ha portato a percentuali più elevate di fallimento della lesione target ( 11.7% vs 8.1%, risk ratio, RR=1.38; P=0.006 ), guidato da un infarto miocardico del vaso target ( 7.8% vs 4.2%; P=0.0006 ) e rivascolarizzazione della lesione target guidata da ischemia ( 6.6% vs 4.4%; RR, 1.44; P=0.02 ), con mortalità cardiaca comparabile ( 1.1% vs 1.1%, RR, 0.93; P=0.85 ).

Anche i tassi di trombosi del dispositivo a 3 anni sono stati più alti con scaffold vascolare bioriassorbibile ( 2.4% vs 0.6%; RR=3.71; P=0.001 ).

Tra 1 e 3 anni, i tassi di fallimento della lesione target ( 6.1% vs 3.9%; P=0.02 ) e trombosi del dispositivo ( 1.1% vs 0.0%; P minore di 0.0001 ) sono stati più alti con scaffold vascolare bioriassorbibile rispetto agli stent a base di Everolimus di Cromo-Cobalto.

In conclusione, nell'attuale meta-analisi dei dati aggregati dei singoli pazienti degli studi ABSORB, lo scaffold vascolare bioriassorbibile è risultato associato ad aumentati tassi di fallimento della lesione target e trombosi del dispositivo tra 1 e 3 anni e cumulativamente fino a 3 anni di follow-up rispetto agli stent a rilascio di Everolimus. ( Xagena2018 )

Ali ZA et al, Circulation 2018; 137: 464-479

Cardio2018


Indietro