Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Sedazione cosciente rispetto all'anestesia generale per la sostituzione transcatetere della valvola aortica


La sedazione cosciente viene utilizzata durante la sostituzione transcatetere della valvola aortica ( TAVR ) con evidenza limitata sulla sicurezza e sull'efficacia di questa pratica.

Il National Cardiovascular Data Registry Society of Thoracic Surgeons / American College of Cardiology Transcatheter Valve Therapy Registry è stato utilizzato per caratterizzare la scelta dell'anestesia e gli esiti clinici di tutti i pazienti statunitensi sottoposti a TAVR transfemorale percutanea elettiva nel periodo 2014-2015.

La probabilità grezza e inversa di analisi ponderate per il trattamento sono state eseguite per confrontare i pazienti sottoposti a sostituzione transcatetere della valvola aortica con anestesia generale con i pazienti sottoposti a sostituzione con sedazione cosciente per l'esito primario di mortalità intraospedaliera e gli esiti secondari che includevano mortalità a 30 giorni, morte / ictus in ospedale e a 30 giorni, successo procedurale, durata della degenza nell’unità di terapia intensiva e in ospedale e tassi di dimissione. Sono state eseguite analisi di falsificazione dell’endpoint post hoc per valutare il confondimento residuo.

La sedazione cosciente è stata utilizzata in 1.737/10.997 casi ( 15.8% ) con un trend significativo di aumento dell'uso nel periodo di tempo studiato ( P per trend minore di 0.001 ).

Nelle analisi grezze, il successo intraprocedurale con sedazione cosciente e anestesia generale è stato simile ( 98.2% vs 98.5%, P=0.31 ).

Il gruppo di sedazione cosciente ha avuto meno probabilità di andare incontro a morte in ospedale ( 1.6% vs 2.5%, P=0.03 ) e morte a 30 giorni ( 2.9% vs 4.1%, P=0.03 ).

La conversione dalla sedazione cosciente all'anestesia generale è stata osservata in 102 su 1.737 ( 5.9% ) casi di sedazione cosciente.

Dopo la probabilità inversa di aggiustamento ponderato per il trattamento per 51 covariate, la sedazione cosciente è stata associata a un successo procedurale inferiore ( 97.9% vs 98.6%, P minore di 0.001 ) e a un tasso ridotto di mortalità in ospedale ( 1.5% vs 2.4%, P minore di 0.001 ) e a 30 giorni ( 2.3% vs 4.0%, P minore di 0.001 ).

La sedazione cosciente è stata associata a riduzioni del requisito procedurale inotropo, della degenza nell’Unità di terapia intensiva e ospedaliera ( 6.0 vs 6.5 ​​giorni, P minore di 0.001 ) e dei tassi di morte / ictus combinati a 30 giorni ( 4.8% vs 6.4%, P minore di 0.001 ).

Le analisi di falsificazione dell’endpoint di complicanze vascolari, sanguinamento e nuovo impianto di pacemaker / defibrillatore non hanno dimostrato differenze significative tra i gruppi dopo la regolazione.

In conclusione, nelle cliniche statunitensi, la sedazione cosciente è associata a una minore durata della degenza e a una minore mortalità ospedaliera e a una ridotta mortalità a 30 giorni rispetto a sostituzione transcatetere della valvola aortica con anestesia generale sia nelle analisi non-aggiustate che in quelle aggiustate.
I risultati hanno indicato la sicurezza della sedazione cosciente in questa popolazione, sebbene le analisi di efficacia comparativa con dati osservazionali non siano in gardo di stabilire definitivamente la superiorità di una tecnica rispetto a un'altra. ( Xagena2017 )

Hyman MC et al, Circulation 2017; 136: 2132-2140

Cardio2017



Indietro