Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Cardiobase
Xagena Mappa

Ticagrelor più Aspirina per 1 mese, seguito da Ticagrelor in monoterapia per 23 mesi versus Aspirina più Clopidogrel o Ticagrelor per 12 mesi, seguito da Aspirina in monoterapia per 12 mesi dopo l'impianto di uno stent a rilascio di farmaco


Si è ipotizzato che Ticagrelor ( Brilique ), in combinazione con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico )per 1 mese, seguito da Ticagrelor da solo, migliori gli esiti dopo l'intervento coronarico percutaneo rispetto ai regimi standard antipiastrinici.

GLOBAL LEADERS era uno studio di superiorità randomizzato, in aperto, in 130 centri in 18 Paesi.
I pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ) con stent a eluizione di Biolimus A9 per la malattia coronarica stabile o sindrome coronarica acuta sono stati randomizzati a 75-100 mg di Aspirina al giorno più 90 mg due volte al giorno di Ticagrelor per 1 mese, seguito da 23 mesi di Ticagrelor in monoterapia o terapia antiaggregante duplice standard con 75-100 mg di Aspirina al giorno più 75 mg di Clopidogrel al giorno ( per pazienti con malattia coronarica stabile ) o 90 mg di Ticagrelor due volte al giorno ( per pazienti con sindromi coronariche acute ) per 12 mesi, seguito dall'Aspirina in monoterapia per 12 mesi.

La randomizzazione è stata stratificata per centro e presentazione clinica ( malattia coronarica stabile vs sindrome coronarica acuta ).

L'endpoint primario a 2 anni era un composito di mortalità per tutte le cause o nuovo infarto miocardico non-fatale con onda Q valutato in cieco.
L'endpoint chiave di sicurezza secondario era il sanguinamento segnalato dal centro, valutato secondo i criteri BARC ( Bleeding Academic Research Consortium ) ( grado 3 o 5 ).

Tra il 2013 e il 2015, sono stati assegnati in modo casuale 15.968 partecipanti, 7.980 al gruppo sperimentale e 7.988 al gruppo di controllo.

A 2 anni, 304 ( 3.81% ) partecipanti al gruppo sperimentale erano deceduti o avevano avuto un nuovo infarto miocardico non-fatale con onda Q, rispetto a 349 ( 4.37% ) partecipanti al gruppo di controllo ( indice di frequenza 0.87, P=0.073 ).

Non c'è stata evidenza di una differenza negli effetti del trattamento per l'endpoint primario nei sottogruppi prespecificati di sindromi coronariche acute e malattia coronarica stabile ( P=0.93 ).

Il sanguinamento di grado 3 o 5 si è verificato in 163 partecipanti nel gruppo sperimentale e in 169 nel gruppo di controllo ( 2.04% vs 2.12%; rate ratio, RR=0.97, P=0.77 ).

Ticagrelor in combinazione con Aspirina per 1 mese seguito da Ticagrelor da solo per 23 mesi non è risultato superiore a 12 mesi di terapia antiaggregante doppia standard seguita da 12 mesi di Aspirina da sola nella prevenzione della mortalità per tutte le cause o nuovo infarto miocardico con onda Q 2 anni dopo procedura PCI. ( Xagena2018 )

Vranckx P et al, Lancet 2018; 392: 940-949

Cardio2018 Farma2018



Indietro