Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Cardiobase
Xagena Mappa

Uso persistente di oppioidi dopo procedure di impianto di dispositivi elettronici cardiaci impiantabili


Gli oppioidi da prescrizione sono uno dei principali responsabili dell'epidemia in corso di uso persistente di oppioidi ( POU ).
L'incidenza di uso persistente di oppioidi tra i pazienti naive-agli-oppioidi dopo procedure di impianto di dispositivi elettronici impiantabili cardiaci ( CIED ) non è nota.

Uno studio di coorte retrospettivo ha utilizzato i dati di un database nazionale dal 2004 al 2018 di pazienti sottoposti a procedure CIED.
I pazienti adulti sono stati inclusi se erano naive agli oppioidi durante il periodo di 180 giorni prima della procedura e non erano stati sottoposti a un'altra procedura con anestesia nei 180 giorni successivi.
L'uso persistente di oppioidi è stato definito con la compilazione di una prescrizione aggiuntiva di oppioidi superiore a 30 giorni dopo la procedura CIED.

Dei 143.400 pazienti che hanno soddisfatto i criteri di inclusione, 15.316 ( 11% ) hanno ricevuto una prescrizione di oppioidi entro 14 giorni dall'intervento.
Tra questi pazienti, l'uso persistente di oppioidi si è verificato in 1.901 pazienti ( 12.4% ) da 30 a 180 giorni dopo l'intervento.

La probabilità di sviluppare uso persistente di oppioidi è risultata aumentata per i pazienti che avevano una storia di abuso di droghe ( odds ratio, OR=1.52; P=0.005 ), miorilassanti preoperatori ( OR=1.52; P minore di 0.001 ) o benzodiazepine ( OR=1.23; P=0.001 ) o consumo di oppiacei nei 5 anni precedenti ( OR=1.76; P minore di 0.0001 ).

L'uso persistente di oppioidi non differiva dopo il defibrillatore cardioverter impiantabile sottocutaneo o altre procedure CIED ( 11.1 vs 12.4%; P=0.5 ).
In un'analisi di sensibilità che escludeva i pazienti ad alto rischio che erano stati dimessi in una struttura o che avevano una storia di abuso di droghe o precedente uso di oppiacei, benzodiazepine o miorilassanti, l'8.9% della restante coorte presentava uso persistente di oppioidi.

I pazienti a cui erano stati prescritti più di 135 mg di equivalenti di Morfina orale presentavano un rischio significativamente maggiore di uso persistente di oppioidi.

L'uso persistente di oppioidi è comune dopo le procedure CIED e il 12% dei pazienti ha continuato a usare oppioidi più di 30 giorni dopo l'intervento.
Dosi di equivalenti di Morfina orale più elevate inizialmente prescritte sono state associate allo sviluppo di uso persistente di oppioidi. ( Xagena2021 )

Markman TM et al, Circulation 2021; 144: 1590-1597

Med2021 Cardio2021 Farma2021



Indietro