Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Risultati ricerca per "Coronaropatia"

Le infezioni acute sono noti fattori di innesco di malattie cardiovascolari, ma si sa poco su come il rischio di malattia cardiovascolare vari per le infezioni ospedaliere rispetto a quelle extraosped ...


Le giovani donne con malattia coronarica avevano in precedenza mostrato livelli più elevati di interleuchina-6 ( IL-6 ) rispetto a uomini di età simile. Si è cercato di esaminare la risposta dell' i ...


Le attuali linee guida sostengono l'uso di integratori di Acidi grassi Omega-3 di origine marina per la prevenzione della coronaropatia e dei principali eventi vascolari in persone con pregressa malat ...


Il sistema xantina ossidasi è una fonte significativa di stress ossidativo vascolare, che si ritiene comprometta la funzione endoteliale, con un importante contributo alla malattia aterosclerotica. S ...


Le attuali linee guida sostengono l'uso di integratori di Acidi grassi Omega-3 di origine marina per la prevenzione della coronaropatia e dei principali eventi vascolari in persone con pregressa malat ...


L'obiettivo di uno studio è stato quello di caratterizzare una popolazione gestita medicalmente in una coorte con sindrome coronarica acuta senza sopraslivellamento ST ( NSTEACS ), e di valutare la p ...


Il calcio nell'arteria coronaria ( CAC ) è associato a malattie coronariche ( CHD ) e a malattie cardiovascolari ( CVD ); tuttavia i dati prognostici sul calcio coronarico sono limitati negli adu ...


La natura e i meccanismi di base di una associazione inversa tra altezza da adulti e rischio di malattia coronarica ( CAD ) non sono ben definiti. È stato utilizzato un approccio genetico per indag ...


Uno studio, randomizzato e controllato con placebo, ha determinato se la cessazione della terapia con Clopidogrel ( Plavix ) porti a un aumento della attività piastrinica rispetto ai valori pre-tratta ...


Il Dabigatran etexilato ( Pradaxa ) è un profarmaco che, una volta metabolizzato dal fegato, risulta in una molecola di piccolo peso molecolare capace di inibire il sito attivo della trombina, ma non ...